APPOGGIO SCOLASTICO
Informazioni per le famiglie degli allievi del 1. biennio di Scuola Media

A chi si rivolge

L'appoggio scolastico è destinato agli allievi del primo biennio della Scuola Media che incontrano difficoltà nel profitto scolastico e problemi nell'organizzazione dello studio. L'iniziativa si indirizza ai figli di genitori di modeste condizioni economiche o che non possono usufruire di un sostegno nell'ambito familiare. Per ora la proposta è rivolta alle seguenti scuole: SM Besso, SM Breganzona, SM Canobbio, SM Lugano centro, SM Massagno, SM Viganello.

Quali sono le materie maggiormente richieste

Non si tratta di vere e proprie lezioni, ma di un aiuto per leggere, studiare, eseguire compiti, preparare a interrogazioni o prove scritte nelle materie: italiano, matematica e scienze, francese, tedesco. Infatti l'appoggio concerne, sovente, più materie, ad esempio matematica e francese o tedesco, italiano e matematica, italiano e francese, ecc.

Come funziona l'appoggio scolastico

Collaboratori:
Tutti gli attuali 40 collaboratori sono volontari e prestano l'attività a titolo gratuito in funzione della loro disponibilità.

Incontri:
Gli incontri, gratuiti e strettamente individuali, hanno luogo al Centro Diurno di Lugano dell'Associazione Ticinese Terza Età (ATTE), Via Beltramina 20A, al Centro Diurno "Girasole", Via Taddei 10, al Centro Civico di Breganzona, Via Polar 46, e costituiscono un "pacchetto" limitato a cinque sedute di sessanta minuti l'uno, con possibilità di ripetizione in caso di provata necessità. Questi "pacchetti" possono iniziare in qualsiasi momento, tra la prima settimana di ottobre e la prima di maggio.

Iscrizioni:
I genitori degli allievi prendono contatto con i coordinatori prof. Armand d'Auria e prof. Mario Prati, durante le ore dei pasti, al no. telefonico 077 447 39 94.


Informazioni per i collaboratori

SCOPO: L'Appoggio scolastico è destinato agli allievi del primo biennio della Scuola media che incontrano difficoltà nel profitto scolastico e problemi nell'organizzazione dello studio. L'iniziativa si indirizza ai figli di genitori di modeste condizioni economiche o che non possono usufruire di un sostegno nell'ambito familiare. Non si tratta di un normale dopo scuola con altri compagni e un sorvegliante. Si tratta di un aiuto personale, individuale e gratuito.

I COLLABORATORI

L'azione dell'appoggio scolastico si basa totalmente su collaboratori volontari che prestano la loro attività a titolo gratuito. A fine maggio 2010, dopo il quinto anno scolastico di esistenza, i collaboratori erano 40. Da ottobre 2005, con la fluttuazione delle partenze e delle nuove iscrizioni, 65 persone hanno partecipato a questa iniziativa.

Chi sono i collaboratori dell'appoggio scolastico

Di regola il gruppo dei collaboratori è costituito da pensionati iscritti all'ATTE - Associazione Ticinese Terza Età. Ma questo statuto non è vincolante. Infatti, hanno prestato il loro servizio persone non in etè di pensionamento e non iscritti all'ATTE. Il collaboratore non è necessariamente un ex-insegnante, tutti hanno però aiutato figli o nipoti ad eseguire compiti, a studiare.

Che cosa si chiede al collaboratore

Tutti i ragazzi che hanno bisogno di essere aiutati, hanno ovviamente delle difficoltà nello studio, nell'organizzare il loro lavoro, ma, talvolta, sono anche in situazioni famigliari difficili e non soltanto per ragioni economiche. Al collaboratore si chiedono pazienza, capacità di ascoltare, di dialogare e di creare un'atmosfera di lavoro efficace e distesa. La sfera privata del ragazzo e della famiglia deve assolutamente essere rispettata. L'importante è cercare di ridare al giovane fiducia in se stesso per permettergli, con un aiuto mirato, di affrontare le sfide quotidiane del lavoro scolastico.

Materie di studio

L'intervento del collaboratore deve rimanere nel solco del lavoro svolto a scuola dall'insegnante. Lo scopo è che il ragazzo riesca ad organizzarsi e a trovare un metodo di studio proficuo. Non si tratta di vere e proprie lezioni nelle diverse materie, ma di un aiuto per leggere, studiare, eseguire compiti, preparare prove. Concretamente il lavoro ruota attorno a tre materie: italiano, matematica, lingue straniere (con possibili accorpamenti anche nella stessa lezione). I collaboratori sono attribuiti in funzione della loro disponibilità. Per chi lo desidera, libri di testo sono messi a disposizione.

Impegno dei collaboratori

Nella scheda d'iscrizione, il collaboratore indica il periodo messo a disposizione (per es. prima di Natale, fra Natale e Pasqua, determinati mesi, ...), i giorni disponibili, sempre di pomeriggio (per es. lunedì e venerdì, solo mercoledì, ...), il numero di "pacchetti" di 5 ore disposto a eseguire. Gli incontri strettamente individuali, hanno luogo al Centro Diurno di Lugano dell'Associazione Ticinese Terza Età (ATTE), Via Beltramina 20A, al Centro Diurno "Girasole", Via Taddei 10, al Centro Civico di Breganzona, Via Polar 46, e comprendono un "pacchetto" di cinque sedute di un'ora ciascuna, con possibilità di ripetizione in caso di provata necessità e possono iniziare in qualsiasi momento, tra la seconda settimana di ottobre e la fine di maggio. Al termine di ogni "pacchetto", il collaboratore redige un breve rapporto sul lavoro svolto.

Per ulteriori informazioni, prendere contatto con
Armand d'Auria - Lugano, 091 972 75 10 - armanddauria@bluewin.ch
Mario Prati - Muzzano, 091 966 50 29 - marioprati@bluewin.ch